Istanbul
Istanbul

Istanbul

Crocevia di commerci e di popoli da migliaia di anni, Istanbul è una città dalla lunga storia che conserva molti siti di grande interesse storico e culturale.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze
Cerca

Affascinante, cosmopolita e a tratti misteriosa: questa è Istanbul una località dal patrimonio storico e architettonico unico e inestimabile. Qui, dove l’Europa incontra l’Asia, è nata migliaia di anni fa una città che non solo è stata centro importante per la storia e l’economia di diversi popoli ma anche capitale dell’Impero Romano, di quello Bizantino e di quello Ottomano.

Nota anche come Costantinopoli o Bisanzio, Istanbul è la città più popolata della Turchia e anche se non è la capitale di stato si presenta comunque come il principale centro finanziario, industriale e culturale. La città è una vera e propria metropoli che si estende tra la Tracia (in Europa) e l’Anatolia (in Asia), apparendo così come l’unica città al mondo appartenente a due continenti.

La sua strategica posizione sullo stretto del Bosforo l’ha sempre resa un territorio molto ambito e un importante centro di crocevia commerciali. Istanbul ha una storia davvero antica ma è attorno al VII secolo a.C. che viene occupata dai coloni greci di Megara e la città (conosciuta all’epoca come Bisanzio) inizia a svilupparsi velocemente tanto che è divenuta fulcro delle dispute durante le guerre del Peloponneso.

Rinominata Costantinopoli, dall’imperatore Costantino, Istanbul era conosciuta anche come “seconda Roma” o “Nuova Roma” ed è stata una tra le più grandi culle della cristianità fino alla conquista ottomana avvenuta nella metà del XV secolo. Durante il regno ottomano la città è diventata non solo crocevia di commerci e di culture ma anche una delle più grandi e ricche città d’Europa.

Ora Istanbul è una vera e propria megalopoli trafficata e molto frequentata ma ha comunque saputo conservare un centro cittadino antico ricco di siti di interesse. Il suo patrimonio storico e architettonico, inoltre, riflette le diverse dominazioni, le popolazioni e le culture che qui si sono susseguite nel corso dei secoli e permette di fare un vero e proprio viaggio indietro nel tempo.

Quando andare a Istanbul

Possiamo cominciare subito con il dire che i periodi migliori per andare a Istanbul sono sicuramente le mezze stagioni. In estate in città le giornate si allungano e gli eventi culturali e musicali si moltiplicano rendendo Istanbul una località vivace e animata. I mesi estivi, però, si presentano anche molto caldi, umidi e con temperature che nei mesi di luglio e in agosto possono superare i 30° C e rendere difficile la visita ai siti di interesse.

L’inverno, invece, è freddo, umido e caratterizzato da temperature minime che a volte possono scendere anche sotto lo zero con possibilità di nevicate a causa del passaggio dell’aria artica. I mesi invernali, inoltre, sono solitamente anche i più piovosi. I mesi primaverili e autunnali hanno temperature più miti e confortevoli e solitamente sono meno gettonati dai turisti. In particolare in primavera la città “rinasce”: i fiori arredano i palazzi, i tulipani (fiore simbolo della città) sbocciano e le terrazze panoramiche aprono permettendo di mangiare mentre si ammira il territorio cittadino dall’alto.

Per sapere cosa mettere in valigia date sempre un’occhiata alle previsioni meteo prima di partire.

Un altro dettaglio che si dovrebbe considerare prima di organizzare un viaggio a Istanbul è sicuramente il mese del ramadan. Anche se Istanbul è una città internazionale e molto turistica la maggior parte delle persone sono di religione islamica per cui durante il periodo del ramadan (le cui date variano in base al calendario lunare) in città si vive un’atmosfera diversa e più spirituale. A pranzo alcuni ristoranti potrebbero essere vuoti, altri addirittura chiusi, perché i credenti osservano il digiuno dall’alba al tramonto. Le famiglie turche si ritrovano dopo il calare del sole per cenare insieme o fare qualche picnic al parco: in questo momento della giornata la città si anima e diventa molto vivace.

Cosa vedere a Istanbul

Istanbul è una megalopoli che vanta moltissimi siti di interesse storico e architettonico che raccontano molto riguardo la lunga storia della città. In particolare, alcune delle attrazioni più famose (Moschea Blu, Santa Sofia e Palazzo Topkapi) si trovano in un’area storica, ora pedonale, che accoglie ogni giorno visitatori da tutto il mondo interessati a conoscere meglio le meraviglie di questa città. Che siate a Istanbul per un fine settimana o un periodo più lungo ricordate che questa meta ha molti siti da visitare sparsi in diverse zone per cui il consiglio è quello di fare un itinerario in modo da ottimizzare gli spostamenti. Qui, comunque, vi suggeriamo cinque tappe da non perdere assolutamente durante una visita alla città.

Moschea Blu

La Moschea Blu è conosciuta anche come Sultanamhet Camii, ovvero Moschea del Sultano Amhet che è colui che ha voluto la sua costruzione tra il 1609 e il 1617. Il nome internazionale di Moschea Blu, invece, deriva dal fatto che le mura, le colonne e la cupola dell’edificio religioso sono decorate con oltre 21.000 piastrelle di colore blu e turchese che insieme con le finestre presenti creano eleganti giochi di luce. Le maioliche qui utilizzate provenivano dalla città di Iznik, ovvero l’antica Nicea.

Altra particolarità di questa Moschea è che all’epoca della sua costruzione il Sultano Amhet aveva richiesto ben sei minareti, ovvero lo stesso numero di quelli presenti alla moschea della Kaʿba alla Mecca, cosa che molti fedeli avevano ritenuto un oltraggio. Per risolvere la questione presso la moschea della Mecca si è deciso di aggiungere un settimo minareto.

Santa Sofia

Santa Sofia, o Aya Sofya, è stata costruita come Chiesa della Divina Sapienza nel 537 dall’imperatore Giustiniano e all’epoca era considerata l’edificio religioso più importante di Costantinopoli. Verso la metà del XV secolo quando Maometto il Conquistatore ha preso la città la chiesa è stata convertita in moschea. Con l’ascesa di Atatürk, in seguito, nel 1935 la moschea è stata trasformata in museo e solo nel 2020 il presidente Erdogan ha scelto di convertirla nuovamente in un luogo di culto islamico.

Santa Sofia è considerata uno dei più grandi capolavori superstiti dell’architettura bizantina tanto che è stata inserita nella lista di beni Patrimonio dell’UNESCO. Al suo interno è facile venire colpiti dalle decorazioni realizzate con magnifici mosaici composti da circa 30 milioni di tessere colorate, in gran parte dorate, che creano stupendi giochi di luci e ombre. L’edificio ha conservato negli anni l’impianto basilicale al quale sono stati aggiunti il mihrab, la nicchia per la preghiera, e il pulpito destinato ai sermoni dell’Imam.

Palazzo Topkapi

Proprio vicino alla Basilica di Santa Sofia, affacciato sul Bosforo, si trova il Palazzo Topkapi noto in turco come Topkapi Sarayi. Il complesso che si estende per quasi 700.000 metri quadrati è enorme ed è stato per più di 4 secoli, fino al 1856, la dimora dei sultani e il centro del potere dell’impero ottomano.

Voluto da Maometto II il palazzo è stato inaugurato nel 1465 ma poi è stato ampliato dai diversi governanti che si sono succeduti. Al suo interno sono presenti quattro corti che ospitano edifici di grande interesse come le sale d’armi, la cucina, l’harem, le scuderie reali, le tesorerie ma anche il Museo Archeologico.

In particolare, la Tesoreria custodisce alcuni oggetti davvero preziosi come il diamante Kasicki da 86 carati, la Daga Topkapi e il trono ricoperto di lamine d’oro e gemme. Si trova nel giardino del complesso anche la chiesa di Santa Irene (o Chiesa della Pace) che era stata voluta dall’imperatore Costantino come prima chiesa di Costantinopoli ed ora è stata convertita in museo.

Gran Bazar

Impossibile perdere a Istanbul una visita al Gran Bazar che si dice sia il più grande mercato coperto al mondo; costruito da Maometto II verso la metà del XV secolo, il complesso è stato poi più volte ampliato nel corso degli anni fino a raggiungere le dimensioni attuali. Noto in turco come Kapali Carsi, il bazar si estende su un’area di oltre 40.000 metri quadrati e ospita quasi 4000 negozi in cui si possono trovare oggetti e prodotti di ogni genere.

Al suo interno potete trovare anche qualche piccolo bar che serve caffè turco, tè e i dolci tipici locali, una moschea e una banca. Formato da oltre 60 strade e 18 porte di ingresso, il Gran Bazar è un luogo in cui è davvero facile perdersi tra le numerose attività e il richiamo dei commercianti. Sicuramente questo è il posto in cui poter compare qualche ricordo del viaggio a Istanbul, ma ricordatevi di contrattare sempre il prezzo!

Ippodromo Romano

L’Ippodromo di Istanbul, o Atmeydani, è stato voluto attorno al III secolo d.C. dall’imperatore Settimio Severo, ma è stato poi ampliato da Costantino I che voleva fare della città una “Nuova Roma”. Le dimensioni dell’ippodromo erano di circa 400 metri di lunghezza per 130 metri di larghezza e al suo interno poteva ospitare all’incirca 100.000 persone; tutti dettagli che lo rendevano secondo solo al Circo Massimo di Roma.

All’inizio era nato come luogo per il divertimento e l’intrattenimento in cui avvenivano corse e sfide con le bighe ma poi si è trasformato in un sito in cui avvenivano anche le riunioni governative e popolari che a volte si sono trasformate in ribellioni come accaduto con la Rivolta di Nika nata per rovesciare l’imperatore Giustiniano. Durante questa sommossa la città è stata messa a ferro e fuoco per diversi giorni e la Basilica di Santa Sofia in parte distrutta.

I disordini sono stati fermati dal generale Belisario che ha ordinato la morte di quasi 30.000 sovversivi trucidati proprio presso l’Ippodromo. Un tempo l’Ippodromo era decorato con colonne e statue che sono però andate in gran parte distrutte o deportate in altre città. Purtroppo, infatti, nei secoli il sito ha perso la sua funzione ed è stato usato come cava di materiali per la costruzione di nuovi edifici. Rimangono intatti nel sito: l’Obelisco di Teodosio (costruito dal faraone Thutmosi II e portato a Costantinopoli da Teodosio I) la Colonna Serpentina (proveniente dal Santuario di Apollo a Delfi), e la Colonna di Costantino VII.

Come arrivare a Istanbul

Data la sua posizione e il gran numero di collegamenti, il modo migliore per arrivare a Istanbul è sicuramente l’aereo. Fino al 2018, Istanbul vantava due aeroporti: l’Aeroporto Internazionale Atatürk, che sorgeva sul versante europeo della città, e il più piccolo Aeroporto di Istanbul-Sabiha Gökçen nella parte asiatica. Nel 2019 l’Aeroporto Atatürk è stato chiuso ed è stato aperto un nuovo scalo noto come Aeroporto Internazionale di Istanbul che sorge sulla sponda europea del Mar Nero.

Le compagnie aeree Pegasus Airline e Turkish Airline collegano tramite voli diretti Istanbul con molte città italiane come Roma, Milano, Bologna, Napoli e Venezia ma anche con molte altre città internazionali. Un’altra alternativa che alcuni viaggiatori prendono in considerazione è quella di arrivare in città in treno. Istanbul, infatti, è collegata tramite la linea ferroviaria a diversi paesi come Grecia, Bulgaria o Germania.

Dove dormire a Istanbul

Istanbul è diventata una meta turistica molto frequentata negli ultimi anni per cui i prezzi degli alloggi e delle sistemazioni sono aumentati adeguandosi spesso a tariffe “più occidentali”. Detto questo in città è ancora possibile soggiornare a prezzi ragionevoli soprattutto se si prenota con anticipo e si evitano i periodi di maggiore affluenza turistica.

La zona migliore in cui alloggiare rimane sempre quella più vecchia che si trova nel distretto di Fatih, nel mahalle (quartiere) di Sultanahmet, dove sorgono anche i siti di maggiore interesse come Santa Sofia, Palazzo Topkapi e la Moschea Blu. Gli hotel di questa zona hanno prezzi medio-alti ma permettono di raggiungere a piedi senza lo stress del traffico le maggiori attrazioni. Qui si trovano piccole sistemazioni dall’atmosfera semplice, nuovi boutique hotel dotati di tutti i comfort e qualche ostello.

Un’altra zona molto vicina a Piazza Sultanahmet è quella del Gran Bazar dove si possono trovare soluzioni un po’ più economiche, ma in un’area strategica che permette di raggiungere a piedi Santa Sofia. Un’altra alternativa è quella di soggiornare nella parte più moderna e nuova di Istanbul dove sorgono numerosi hotel a diverse fasce di prezzo ed è, in particolare, la zona di Piazza Taksim ad ospitare le principali catene internazionali di hotel.

Cerca
Offriamo le migliori tariffe Se trovi a meno rimborsiamo la differenza.
Cancellazione gratuita La maggior parte delle strutture permette di cancellare senza penali.
Assistenza telefonica h24 in italiano Per qualsiasi problema con la struttura ci pensa Booking.com.

Hotel consigliati a Istanbul

Hotel
Best Point Hotel Old City
Istanbul - Akbiyik Cad No 71 SultanahmetMisure sanitarie extra
9.2Eccellente 2.287 recensioni
Prenota ora
Hotel
Ethnica Hotel Old City
Istanbul - Nobethane Cad. No:18 Sirkeci, SultanahmetMisure sanitarie extra
8.2Ottimo 1.695 recensioni
Prenota ora
Hotel
Elite World Istanbul Taksim
Istanbul - Sehit Muhtar Cad. No:42Misure sanitarie extra
8.1Ottimo 1.648 recensioni
Prenota ora
Vedi tutti gli alloggi

Come spostarsi a Istanbul

Istanbul è una città molto grande e davvero caotica e il traffico automobilistico può rendere difficile e lunghi gli spostamenti tra le varie zone. Per evitare il più possibile di rimanere bloccati per ore in auto il consiglio è quello di ottimizzare al meglio gli spostamenti e per quanto possibile utilizzare i mezzi pubblici come il tram e la metro. La metropolitana di Istanbul vanta ben 11 linee delle quali otto si trovano sul lato europeo del Bosforo, mentre tre sono sul lato asiatico.

A queste si aggiunge la linea Marmaray (o Treno pendolare B1) che è lunga 76,6 km e comprende anche un tunnel sotto lo stretto del Bosforo che unisce la zona europea della città con quella asiatica. Oltre alla metro sono presenti due linee tramviarie in superficie, ben tre funicolari e diverse linee di autobus. Il modo migliore per godersi l’atmosfera cittadina, però, rimane comunque quello di spostarsi a piedi: camminando è possibile ammirare veri spaccati della vita quotidiana in città.

Biglietti di ingresso e attività

Quelli che seguono sono i biglietti e i tour più richiesti a Istanbul che vi consigliamo di non perdere.

Dove si trova Istanbul

Istanbul sorge nella parte nord-occidentale della Turchia in una zona, lungo lo stretto del Bosforo, che ospita nella sua estremità meridionale il porto naturale del Corno d'Oro e si affaccia nel litorale settentrionale del Mar di Marmara. La città si estende così tra due continenti, Europa e Asia, che sono collegati tramite il Ponte del Bosforo e altri tre ponti sospesi.

Approfondimenti

Cosa vedere ad Istanbul

Cosa vedere ad Istanbul

Crocevia di popoli e culture, Istanbul vanta un ricco patrimonio storico e architettonico. Ecco, quindi, quali siti bisogna assolutamente visitare in città!
Dove dormire a Istanbul

Dove dormire a Istanbul

La guida sulle migliori zone dove pernottare a Istanbul: dagli alloggi nel centro di Sultanahmet alle strutture più moderne sul Bosforo, ce n'è per tutti i gusti.
Cosa fare a Istanbul: escursioni, tour e attività

Cosa fare a Istanbul: escursioni, tour e attività

Istanbul è una città che sorge nello stretto del Bosforo tra l'Europa e l'Asia ed è una destinazione ricca di siti di interesse e attrazioni tutte scoprire.
Voli per Istanbul

Voli per Istanbul

Sei alla ricerca di voli low cost per Istanbul? Confronta in tempo reale i prezzi delle compagnie aeree che offrono voli diretti per Istanbul da diversi aeroporti italiani.
Trasporti di Istanbul: come muoversi con i mezzi pubblici

Trasporti di Istanbul: come muoversi con i mezzi pubblici

Informazioni utili prima di partire per Istanbul e la Turchia

Informazioni utili prima di partire per Istanbul e la Turchia

Mangiare a Istanbul: cucina turca e piatti tipici

Mangiare a Istanbul: cucina turca e piatti tipici

Noleggio auto in Turchia

Noleggio auto in Turchia

Mappa di Istanbul

Mappa di Istanbul

Meteo Istanbul

Meteo Istanbul

Vacanze al mare a Istanbul, le spiagge nei dintorni

Vacanze al mare a Istanbul, le spiagge nei dintorni

Capodanno 2025 a Istanbul

Capodanno 2025 a Istanbul

Da non perdere

Crociera sul Bosforo

Crociera sul Bosforo

Uno dei modi migliori per scoprire Istanbul è sicuramente facendo una bellissima crociera nello stretto del Bosforo dalla quale si può ammirare la città da un'altra prospettiva.
Spettacolo dei Dervisci rotanti

Spettacolo dei Dervisci rotanti

Lo spettacolo dei Dervisci rotanti permette di ammirare l'esibizione di ballerini che compiono rituali di danza davvero spettacolari e dalla lunga storia.
Santa Sofia

Santa Sofia

Moschea Blu

Moschea Blu

Palazzo Topkapi

Palazzo Topkapi

Cisterna Basilica

Cisterna Basilica

Gran Bazar

Gran Bazar

Ippodromo Romano

Ippodromo Romano

Torre di Galata

Torre di Galata

Musei e Gallerie di Istanbul

Musei e Gallerie di Istanbul

Come risparmiare su trasporti e biglietti d'ingresso

Le City Card permettono di risparmiare sui mezzi pubblici e/o sugli ingressi delle principali attrazioni turistiche.

Istanbul: Pass turistico con oltre 100 attrazioni e servizi
Istanbul: Pass turistico con oltre 100 attrazioni e servizi
Vivi Istanbul al massimo con l'Istanbul Tourist Pass. Il tuo pass definitivo per oltre 100 attrazioni. Salta la coda nei migliori siti, goditi tour guidati, crociere sul Bosforo e altro ancora.
Acquista da 150,00 €

Località nei dintorni